Azioni principali

Le attività principali previste sono le seguenti:

 

Azione 1

La valutazione tecnico-economica di almeno due sistemi di coltura tesi alla produzione di olio vegetale a scopo energetico: coltura erbacea (Brassica carinata) e coltura arborea (Jatropha curcas L) In riferimento alla stessa attività va detto che sarà necessario eseguire un bilancio tecnico-economico (attività e passività) relativo alla coltivazione dei due sistemi colturali sopra citati.

 

Azione 2

La seconda attività ha per oggetto la valutazione dell’impatto ecologico delle colture energetiche sugli agro-ecosistemi tipici del nord della Tunisia.

 

Azione 3

La valutazione analitica del mercato mondiale degli oli vegetali riguarderà l’obiettivo di identificare i flussi di mercato attuali e futuri relativi alle fasi di commercializzazione degli oli vegetali;

 

Azione 4

La diffusione dei risultati ottenuti attraverso una corretta attività di disseminazione, costituita da partecipazioni a incontri tecnici, conferenze, seminari, consentirà di diffondere i risultati fra i possibili interessati (imprenditori agricoli) nei territori di cooperazione, al fine di dimostrare la fattibilità tecnico-economica delle filiere agro-energetiche relative alla produzione di oli vegetali, mettendo in evidenza i punti di forza e le debolezze.

 

Azione 5: Gestione del progetto

Queste attività sono contemplate tutte le operazioni di gestione del progetto dal punto di vista tecnico e finanziario. Queste attività verranno gestite dal coordinatore tecnico e finanziario, ai quali spetterà il compito di coordinare e verificare che tutte le 4 attività precedentemente descritte siano svolte correttamente e nei tempi previsti, monitorando gli indicatori adottati, e coinvolgendo le figure tecniche previste e menzionate.




I risultati

Il progetto di cui alla presente richiesta di finanziamento riguarda la costituzione di campi “pilota” coltivati con diverse colture energetiche al fine di eseguire una valutazione di tali coltivazioni dal punto di vista tecnico ed economico ed ambientale. Questi, verranno costituiti nella parte settentrionale della Tunisia.

I risultati attesi di questo progetto sono:

  • individuare la coltura oleaginosa che sia più conveniente dal punto di vista tecnico ed economico nei territori di cooperazione (produzione di un report finale);

  • valutare l’impatto ecologico delle colture (produzione di un report finale);

  • individuare i migliori canali di commercializzazione degli oli vegetali nei territori di cooperazione e nel mondo (produzione di un report finale);

  • organizzazione di almeno 3 incontri tecnici (seminari) al fine di disseminare i risultati.

Vista la similarità climatica fra il nord della Tunisia e la Sicilia, i sistemi colturali potranno essere utilizzati anche nel territorio siciliano. Nella fattispecie verranno prese in considerazione diverse colture (almeno una arborea e una erbacea) che verranno impiantate in parcelle diverse localizzate possibilmente all’interno del medesimo sito. Le colture sono state scelte in funzione di un approfondito studio bibliografico mirante a individuare colture oleaginose caratterizzate da un sufficiente livello di rusticità che consentisse la crescita in terreni e ambienti caratterizzati da livelli di fertilità medio-bassi.

E’ importante osservare che comunque tali risultati riguarderanno i principali fattori produttivi aziendali (scelta della coltura, input produttivi, tecniche di gestione operative, etc..) ma anche le modalità con cui dislocare il prodotto (olio vegetale) sul mercato nazionale e mondiale, compresi i territori di cooperazione. I benefici legati a questo progetto riguarderanno anche in senso più largo i legislatori tunisini e siciliani, i quali potranno meglio indirizzare le proprie scelte regionali e nazionali riguardo la diffusione delle colture energetiche senza creare dei possibili danni ecologici.